Popoli Originari

Colón no descubrió América. Trescientos siglos antes habían llegado los más antiguos pobladores de estas tierras, a quienes Colón llamó indios creyendo que había entrado al Oriente por la puerta de atrás.
Como no entendía lo que estos nativos decían, Colón creyó que no sabían hablar; y como andaban desnudos, eran mansos y daban todo a cambio de nada, creyó que no eran gentes de razón.
Eduardo Galeano. Espejos

Finché non venga riconosciuto il primo genocidio in Argentina, quello dei popoli originari, non potrà considerarsi completa la storia di un Paese che sta già facendo i conti con la memoria, la verità e la giustizia.

Progetto Sur sostiene la lotta dei popoli originari Mapuche nella Patagonia Argentina e Toba (popolo Qom) nella provincia di Formosa, al nord del Paese, affinché attraverso la creazione di due radio comunitarie, ad esempio, essi possano esprimersi nella loro lingua e comunicare con altre comunità del posto.
Sostenere i popoli originari vuol dire anche sostenere un modello di sviluppo rispettoso dell’ecologia, la madre terra Pachamama, i valori e i rapporti umani.

 

Progetto Radio Comunitaria “La Primavera”
Comunità La Primavera – Provincia di Formosa – Argentina

Per dare voce alle istanze della comunità Qom Navogoh La Primavera, per aumentare la risonanza del messaggio di resistenza e lotta, per denunciare i soprusi subiti e i tentativi di appropriazione indebita delle loro terre, Progetto Sur ha sostenuto l’apertura di una Radio comunitaria nel territorio della comunità.

Da febbraio 2012 la Comunità Qom Navogoh La Primavera è finalmente in onda attraverso la Radio comunitaria Potae Napocná Navogoh Fm 89.3.

Approfondimento

La comunità Qom Navogoh La Primavera è una comunità del Popolo indigeno Qom che resiste e si oppone all’usurpazione delle sue fertili terre da parte dei grandi produttori agricoli e da parte delle entità statali.

La comunità Qom Navogoh La Primavera è il simbolo di tutte le comunità di popoli originari che in in varie province argentine stanno subendo pressioni affinché abbandonino le loro terre, minacce e violenze da parte di grandi produttori terrieri votati al grande affare della soia e dei biocombustibili o di entità governative avide di terre a costo zero da mettere al servizio dei propri scopi elettorali.

Ma la comunità Qom Navogoh La Primavera è anche il simbolo di tutte quelle comunità che decidono di resistere e lottare per i loro diritti, sanciti dalla costituzione nazionale e dai trattati internazionali; comunità che hanno già dovuto rinunciare al nomadismo e che sono diventate stanziali a causa dei confini imposti dagli stati-nazione, ma che non vogliono rinunciare alla propria cultura che è intrinsecamente legata alla loro terra, al loro territorio.

La comunità Qom Navogoh La Primavera è riuscita a portare le proprie istanze presso la Corte Suprema di Giustizia della Repubblica Argentina e a far conoscere all’opinione pubblica la gravissima situazione di violazione dei diritti umani subita dai suoi membri, bloccando per 4 mesi una strada nazionale, accampandosi per 5 mesi nella capitale Buenos Aires e subendo una dura repressione che ha provocato la morte di due manifestanti.

Progetto Centro Sociale Mapuche “Petü Mogeleiñ” (Siamo ancora vivi)
El Maitén – Provincia di Chubut – Argentina – Puelmapu

Lo “spazio sociale” che iniziò a costruirsi a gennaio 2010 risponde alla necessità di coniugare diverse attività legate alla cultura ancestrale mapuche ma non solo; vuole inoltre proporre delle iniziative che coinvolgano tutta la popolazione della zona de El Maitén.

In particolar modo, quest’iniziativa si colloca all’interno del progetto autonomo di comunicazione Mapuche che ha lo scopo di rafforzare l’identità e i diritti dei Mapuche.

Il progetto finora ha dato vita alla Radio comunitaria “Petü Mogeleiñ” FM 88,7 Mhz www.radiopetu.com.ar;radio.petumogelein@yahoo.com.ar

In questo spazio sociale appena descritto si vogliono sviluppare le varie iniziative con lo scopo di sostenere il progetto di comunicazione attraverso proposte che siano in grado di generare delle risorse economiche e, a loro volta, fonti di lavoro.

Organización de comunidades Mapuche – Tehuelche “11 de Octubre”

Il progetto integrale “Petü Mogeleiñ” (siamo ancora vivi) mira al recupero e rafforzamento delle tradizioni e dell’identità mapuche e tehuelche ma anche a creare uno spazio d’incontro con i settori non indigeni della società civile.

Progetto Sur ha collaborato con l’ Organización de comunidades Mapuche – Tehuelche “11 de Octubre” alla costruzione di un centro culturale Ruca (casa del popolo), alla fornitura di materiale informatico e di un veicolo per uso comunitario per agevolare la comunicazione tra le comunità del Puelmapu (territorio Mapuche), in provincia di Chubut, Patagonia, Argentina.
Inoltre si è contribuito allo svolgimento del Futa Trawun Mapuche (Parlamento del Popolo Mapuche) attraverso il sostegno alla partecipazione dei rappresentanti delle comunità dei popoli originari.